fbpx
Local Wine Expert – Visite in Cantina e degustazioni in Puglia

Cupertinum. Antica cantina del Salento

 

Cupertinum cantina puglia
Photo Credit: Cantina Cupertinum

Cupertinum Antica Cantina del Salento si trova nel territorio di Copertino, a 15 km dalla città di Lecce. Questo è uno dei territori più produttivi nel settore vitivinicolo del Salento ed è dotato di una propria riconoscibilità con la D.O.P. Copertino.

La Cantina Cupertinum nasce nel 1935 grazie alla volontà di 36 soci viticoltori. La mission dell’azienda è stata da sempre la cooperazione dei viticoltori per occuparsi direttamente della vinificazione delle proprie uve e del commercio dei vini.

Ad oggi, la cantina sociale conta 300 soci conferitori e si è imposta sul territorio e nei mercati nazionali ed internazionali non solo per il miglioramento del prodotto finito, ma anche come modello di sviluppo socio-economico del proprio territorio in una logica di cooperazione.

Photo Credit: Cantina Cupertinum

I vigneti

Come detto, i vigneti sono quelli di proprietà dei soci conferitori, sparsi nel territorio di Copertino. La DOP Copertino è caratterizzata da vigneti di terra rossa, argillosi, di varia composizione posti al di sopra della pietra calcarea dura o tufacea, caratteristica del paesaggio salentino. I terreni si trovano in zona pianeggiante, ad una altitudine di 30-60 metri sul livello del mare.

Una superficie totale di circa 400 ettari di terreni vitati, sui quali sono impiantati prevalenetemente i vitigni del Salento: Negroamaro, Primitivo, Malvasia nera e Malvasia bianca. Sono presenti anche altre varietà in quantità minori.

I vigneti sono allevati con il tradizionale sistema dell’alberello pugliese o a cordone speronato.

Il progetto “I vigneti sul Castello

La cantina ha poi avviato un progetto unico al mondo, il progetto “I vigneti sul Castello“, partito nel 2013. Il progetto ha permesso la reintroduzione di un vigneto all’interno della struttura del Castello di Copertino, precisamente sui bastioni e camminamenti dello stesso. Infatti, le le fonti raccontano che proprio questi spazi fossero utilizzati in passato come giardini pensili e coltivati a vigneto e oliveto. L’idea nasce dall’ enologo della cantina Cupertinum, Giuseppe Pizzolante Leuzzi, e ha permesso il recupero identitario del luogo. Con il parere favorevole della direzione del Castello di Copertino e della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici, il vigneto è stato impiantato nel 2014 ed è oggetto di numerosi servizi tv e giornalistici per la sua particolarità.

La produzione

Sotto la guida dell’enologo Giuseppe Pizzolante Leuzziwinemaker della storica Cantina di Copertino dal 2010 e del presidente Francesco Trono, la cantina raggiunge oggi una produzione di circa 1 milione di bottiglie all’anno.

La cantina Cupertinum vinifica i propri vini con affinamento prevalentemente in silos di acciaio. Per alcuni vini, si sceglie la vinificazione in vasche di cemento vetrificato.
Photo Credit: Stefano Spagnolo_Salentowinehop

Nel 2019 la Guida L’Espresso ha premiato il Copertino Doc Rosso Riserva quale Miglior Rosso di Puglia inserendolo tra i Top 100 d’Italia. 
 
Per maggiori informazioni sulla cantina Cupertinum, CONTATTACI.
 
 
 

Lascia un commento

WhatsApp WhatsApp us